Posata la prima pietra!

Posata la prima pietra!

[English version]

Posata ufficialmente oggi a Gardaland la prima pietra
dell’imponente novità 2015: montagne russe senza eguali in Italia!

L’attrazione più adrenalinica e grandiosa mai realizzata a Gardaland
vanta già numeri “da record”.

Momento emblematico oggi a Gardaland dove è stata posata la prima pietra della straordinaria attrazione che sarà inaugurata ad inizio della stagione 2015. Il grande mattone, solido basamento dal curioso colore arancione,  è stato collocato al centro del cantiere dall’Amministratore Delegato Aldo Maria Vigevani, dal Direttore Generale Parchi Danilo Santi e dal Direttore Marketing e Vendite Luca Marigo.

L’area – dove sorgeranno le più adrenaliniche e imponenti montagne russe mai realizzate prima d’ora a Gardaland – si estende su una vasta zona del Parco: dal villaggio western fino a Flying Island e Space Vertigo.

A soli due mesi dall’inizio dei lavori i numeri sono già da record: l’area interessata si estende su oltre 13.000 metri quadrati, pari alla superficie alare di ben 25 Boeing 747 Jumbo! Sono state poste le basi per la posa, ad una profondità tra i 12 e i 14 metri , di oltre 200 pali di fondazione atti ad ancorare il terreno; per la loro realizzazione sono stati impiegati ben 1.000 metri cubi di calcestruzzo.
50 colonne sorreggeranno l’imponente struttura che animerà il grande cuore pulsante di Gardaland.

Una trentina di maestranze hanno lavorato instancabilmente per la messa in posa di ben 200 gabbie metalliche – una per ciascun palo di fondazione – e alle gittate di circa 2.500 metri cubi di cemento.
Per facilitare le operazioni di preparazione del terreno sono stati effettuati scavi e movimenti terra per oltre 4.000 metri cubi  con l’impiego di due potenti macchine per 22 giorni!
Davvero un lavoro… massiccio nel corso del quale, ad oggi, sono state utilizzate oltre 2.500 tonnellate tra ferro e acciaio.

Concitazione e fermento scorrono già tra i frequentatori e i fan del Parco, attratti dal mistero che circonda la nuova attrazione e che viene raccontato sul sito gardaland2015.it. Dopo alcuni avvistamenti in cielo di un’inspiegabile spirale arancione, un raggio ha colpito l’area del cantiere. Nel punto di collisione sta accadendo qualcosa di incomprensibile: la terra ha iniziato a… ribollire e a creparsi. Dallo strato superficiale del suolo si levano mulinelli di fumo e la terra scotta, è incandescente…

Al momento sono ancora in corso accertamenti ma si teme che il fenomeno possa essere soltanto un’anticipazione di altri avvenimenti similari.

Sara Martini, TG O

FacebookTwitterGoogle+

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>